//Opuscolo, libro o brochure?

Opuscolo, libro o brochure?

Cosa scegliere tra un opuscolo, una brochure o un libro? Cosa far stampare? Vediamo cosa ci può essere più utile

Prima di tutto, dobbiamo comprendere bene cosa desideriamo comunicare.

Se vogliamo spiegare la nostra azienda e i nostri prodotti, avremo necessità di uno stampato più ampio, adatto a contenere tutto quello che intendiamo dire e proporre. Potrebbe essere un opuscolo di 24 o 32 pagine, in un formato tipo magazine, per esempio A4 (cm 21×29,4) o cm 17×24, rilegato con due o tre punti metallici. Pagine ampie, belle immagini, testi che spieghino bene ciò che vogliamo dire ai nostri clienti.

Ma se la nostra storia è già importante, se abbiamo tanto da far conoscere, spiegare, illustrare, allora un volumetto o un libro possono essere più adatti. In questo caso almeno 48 o 60 pagine in un formato adeguato (cm 12×19, 14×20, 15×21 o quadratato, cm 15×15 o 21×21), con illustrazioni a colori, un testo narrativo con uno storytelling ben strutturato, che racconti tutto di noi, della nostra azienda o attività.

Se invece quanto abbiamo da comunicare è più conciso, se vogliamo mettere in primo piano prodotti, prezzi, qualità, offerte del momento, allora una semplice brochure può essere adatta. Un pieghevole nel formato classico di cm 10,5×21, oppure quadrata cm 15×15 o 21×21, con una piega e 4 facciate o due pieghe e 6 facciate, se quanto dobbiamo far conoscere è composto di pochi ed essenziali, importanti elementi. O invece un pieghevole più ampio, dalle 8-12 facciate in su, se i nostri prodotti sono tanti o se il programma delle nostre iniziative è ampio e prolungato.

Vedi alcuni esempi dei prodotti di cui abbiamo parlato:

 

 

By |2019-02-18T11:04:09+00:00Febbraio 18th, 2019|Consigli pratici|Commenti disabilitati su Opuscolo, libro o brochure?

About the Author: